Panino dell’emigrante

Panino dell’emigrante
TEMPI:

30 MINUTI

DIFFICOLTA:

FACILE

PORZIONI:

2 PERSONE

INGREDIENTI:

6 fettine di manzo (da carpaccio)
un ciuffetto di prezzemolo
olio
sale q.b.
1 frustina all’olio

PREPARAZIONE:

Mettere la carne in un piatto con sale, olio e il prezzemolo tritato grossolanamente. Lasciare riposare per 10 minuti. Far riscaldare una padella antiaderente e versarci la carne, in modo che non si sovrapponga. Girarla e toglierla dal fuoco. Non deve cuocere troppo. Tagliare il pane a metà per il verso della lunghezza. Appoggiare la carne nella parte sotto del pane e versare il sughetto rimasto nella padella nella parte sopra. Chiudere il panino e ricoprirlo di stagnola.

NOTE:

STORIA DEL PANINO DELL’EMIGRANTE

Questo panino a me molto caro è una ricetta piuttosto antica, penso che ci siano cresciute un paio di generazioni. Dovete sapere che mia madre è sarda e come tutti i sardi che vivono in “continente” prima o poi sono dovuti emigrare, questo panino è quello che la mia povera nonna preparava a mia madre e alle sue sorelle quando dovevano affrontare il lungo viaggio.

Essendo buonissimo anche freddo si è rivelato la ricetta ideale per chi viaggia.

Jay-Cee2001

Comments are closed.